Cronaca Ovale U10 - Tor di Quinto - 24/03/2019

Cronaca Ovale U10 – Tor di Quinto – 24/03/2019

Schivando le schioppettate del limitrofo poligono di tiro, l’aerostato del CRC atterra oggi sul campo della Primavera Rugby per il primo raggruppamento, combinazione, di quest’inizio di primavera 2019. Ne scende un nutrito battaglione rosso-blu, schierato con due under 8 e la “nostra” under 10, reduce dall’incoraggiante prestazione in quel di Artena. Complice l’assolata giornata che ci accoglie nelle bella struttura cittadina, c’è molto entusiasmo, sia da parte dei ragazzi che da parte del variegato seguito che li incoraggia dai bordi del campo. L’attesa è molta, il Ciampino vuole dimostrare che le ultime brillanti prestazioni non sono frutto del caso, ma di un positivo atteggiamento, segnale di crescita del gruppo.

Quale miglior banco di prova, allora, dei padroni di casa della Primavera come primo avversario? Si parte: i primi 5 minuti, accademici, sono di studio dell’avversario che, mentre i nostri prendono le misure, si allontana fino ad un 3 a 1 che non fa gridare nessuno allo scandalo. Ma poi qualcosa scatta: gli avanti più alti e potenti arano il terreno e spingono con forza, schiacciando palloni a meta; alle loro spalle, gli altri incrociano il campo come falchi, anticipando pericolose ripartenze con placcaggi e recuperi. Insomma, la squadra si ricorda del proprio potenziale, riaccende i motori e, a  testa bassa, va caparbiamente a riacciuffare il risultato che, per la cronaca, è di 4 a 4 al termine dell’incontro. Bella partita, anche perché i ragazzi riescono a scaricare sul campo una prestazione completa, sia in fase di realizzazione che di neutralizzazione di alcune spiccate individualità in forza agli avversari.

La seconda è con i verdi del San Cesareo, oggi a ranghi ridotti e per questo integrati con altri giocatori in prestito. Il Ciampino va in scioltezza, chiudendo, con un netto 10-2, una partita mai in forse.

In virtù dei buoni risultati nel girone, l’incrocio con l’altro, ultima partita odierna, ha i colori rossoverdi del Segni, squadra assai nota e di indiscusso valore. Forse è anche questo pensiero a compromettere, ancor prima di cominciare, la performance del Ciampino, che subisce le belle giocate degli avversari quasi col distacco di chi non ha creduto sin dall’inizio di potersela giocare. Finisce tanto a zero. Ma non conta, è stata una parentesi, su cui la squadra lavorerà per capirne le cause e trovarne le giuste contromisure, ma che non intacca la ritrovata e consolidata fiducia dei ragazzi nei propri mezzi.

Il dirigibile, con a bordo i ragazzi rifocillati dell’ottimo terzo tempo, molla gli ormeggi destinazione casa, allontanandosi nei cieli capitolini bello gonfio di entusiasmo. Il prossimo atterraggio, tra una settimana, è sulle alture di Segni, per un torneo che si preannuncia tanto bello quanto impegnativo. E allora, forza CRC!

AC

Facebooktwitter
Comments are closed